chiudi

Comunicato sindacale

Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura del Verbano Cusio Ossola, 19 gennaio 2018
Torna alla versione grafica - home

Marchio identificazione metalli preziosi



Verbania , 19 gennaio 2018
Ultimo aggiornamento: 24.11.2011



Servizi



anello

MARCHIO IDENTIFICAZIONE METALLI PREZIOSI

Contenuto pagina

La materia dei metalli preziosi implica a carico della Camera di commercio una serie di attribuzioni di varia natura, tra cui spiccano in particolare quelle relative al rilascio del marchio di identificazione, alla sorveglianza, alla titolarità di poteri ispettivi e di saggio.
Si considerano metalli preziosi: l´oro, l´argento, il platino ed il palladio. Sugli oggetti in metallo prezioso devono obbligatoriamente essere impressi il marchio suddetto ed il "titolo" in millesimi. In Italia sono titoli legali i seguenti:

  • per il PLATINO: 950, 900 e 850 millesimi;
  • per il PALLADIO: 950 e 500 millesimi;
  • per l´ORO: 750, 585 e 375 millesimi;
  • per l´ARGENTO: 925 e 800 millesimi
Chiunque intenda vendere, produrre, importare metalli preziosi (platino, palladio, oro e argento) deve richiedere presso la Camera di commercio territorialmente competente il rilascio del marchio di identificazione e deve richiedere l´iscrizione al Registro degli Assegnatari dei marchi di identificazione.
La domanda (in bollo) va presentata utilizzando l´apposito modello (scarica il modello in formato word); contestualmente alla stessa andranno versati i relativi diritti (vedi tabella sottostante).

TIPOLOGIA DI AZIENDA
DIRITTO PER PRIMO DEPOSITO
DIRITTO PER RINNOVO
Ditte artigiane o laboratori annessi ad aziende commerciali
  • euro 65
  • euro 32,50
Aziende industriali
  • euro 258
  • euro 129
Aziende industriali con più di 100 dipendenti
  • euro 516
  • euro 258
Successivamente al rilascio del marchio di identificazione, l´assegnatario provvederà a richiedere l´allestimento dei punzoni per lo svolgimento dell´attività (scarica il fac-simile di domanda).
La concessione del marchio è soggetta a rinnovo annuale, previo pagamento di un diritto di importo pari alla metà di quello versato per il rilascio (pagamento da effettuarsi entro il 31 gennaio di ogni anno). Per ogni mese di ritardo sarà dovuta una mora pari ad 1/12 del diritto annuale. Il mancato pagamento del rinnovo entro l´anno comporta il ritiro del marchio di identificazione e la cancellazione dal Registro degli Assegnatari.
L´attestazione del diritto di rinnovo dovrà essere trasmessa in allegato alla relativa comunicazione (scarica il fac-simile di domanda in formato word).


Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualità dei contenuti di questa pagina



Ufficio di riferimento

Per informazioni rivolgersi a:

Regolazione del mercato

Riferimento Umberto Donà
Indirizzo Strada statale del Sempione, n. 4 - 28831 Baveno (VB)
Telefono 0323/912.842
Fax 0323/922.054
E-mail regolazione.mercato@vb.camcom.it
Orari Da lunedì a venerdì dalle 10.00 alle 12.30

[ inizio pagina ]