Versione solo testo - Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura del Verbano Cusio Ossola, 4 settembre 2015
Torna alla versione grafica - home

Carnet ATA



Verbania , 4 settembre 2015
Ultimo aggiornamento: 17.02.2015



Servizi



carnet

CARNET ATA

Contenuto pagina

Cos´è
 

Il CARNET A.T.A. è un vero e proprio passaporto per le merci.

E' un documento doganale internazionale rilasciato dalla Camera di commercio competente territorialmente, valido per l'esportazione o importazione temporanea di merci verso i Paesi non facenti parte della Comunità Europea e aderenti alla convenzione A.T.A. , nonché di farle transitare negli stessi senza pagare dazio e I.V.A. alla frontiera, purché vengano reimportate nel paese di provenienza entro i termini previsti.

Solo per Taiwan occorre richiedere un carnet specifico, chiamato CPD CHINA-TAIWAN.


In entrambi i casi, il servizio rappresenta un'utile alternativa che semplifica le operazioni di sdoganamento, lasciando gli interessati liberi di richiedere il servizio direttamente alla Dogana italiana e/o alle Dogane estere, secondo la normale procedura.

 

A cosa serve
 

Consente di non pagare dazi e IVA alla dogana, purché le merci siano reimportate entro i termini indicati nel carnet.

 

Le merci esportabili

 

Sono descritte nell'Allegato n. 96 del Regolamento CEE n. 2454/93 del 2 luglio 1993.
 

Il CARNET A.T.A. permette all´operatore di esportare temporaneamente prodotti destinati a:

- merci destinate ad essere presentate od utilizzate in occasione di una esposizione, fiera, mostra, congresso o altre manifestazioni similari,

- materiale e/o strumenti di uso professionale,

- materiale pedagogico,

- materiale scientifico,

- campioni commerciali rappresentativi di una determinata categoria di merci e destinati ad essere presentati o ad essere oggetto di dimostrazione, al fine di acquisire ordinazioni di merci analoghe,

- films cinematografici destinati ad essere visionati prima della loro utilizzazione commerciale,

- cavalli per ippoturismo montati da turisti,

nei Paesi aderenti alla convenzione o farle transitare negli stessi, senza pagare alla frontiera dazio e IVA. 


Il carnet ATA funge da documento doganale e non richiede fatture accompagnatorie o documenti di trasporto. Da quando viene preso in carico dalla dogana comunitaria di partenza, deve scortare la merce fino al termine del suo utilizzo. 

N.B. : Alcuni Paesi hanno aderito alla Convenzione ATA solo per alcune tipologie di merci (materiale professionale, o fiere e mostre o campioni commerciali) per cui è utile verificare direttamente presso l'ufficio.

 

Le merci NON esportabili

  • materiale di consumo
  • depliant
  • prodotti deperibili
  • merci destinate ad operazioni di trasformazione o riparazione
  • gadgets



E´ obbligatorio ?


Il carnet ATA costituisce una facilitazione della quale gli interessati possono facoltativamente avvalersi, restando quindi liberi di richiedere in ciascun Paese l´esportazione o l´importazione temporanea o il transito delle merci ammissibili a mezzo del carnet, secondo la normale procedura e con gli ordinari documenti previsti per tale genere di operazioni.

Il Carnet ATA (acronimo dell´espressione francese e inglese Admission Temporaire/Temporary Admission) è un documento doganale internazionale che consente l´introduzione temporanea delle merci destinate a fiere, mostre ecc. (contemplate dai tre allegati alla Convenzione Doganale di Bruxelles), nonché dei campioni commerciali (Convenzione Internazionale di Ginevra), senza dover prestare alle dogane alcuna garanzia per l´ammontare dei diritti relativi alle merci medesime. Convenzione di Istanbul del 26 giugno 1990, ratificata in Italia con legge n. 479 del 26 ottobre 1995 e successive modifiche.

Ciò è reso possibile dagli enti garanti del sistema ATA per i vari Paesi che hanno aderito alla Convenzione, i quali sono tenuti ad anticipare alle dogane straniere le somme che vengono loro richieste per irregolarità riscontrate sui Carnet ATA emessi nei rispettivi Paesi. L'Unione Italiana delle Camere di Commercio, con sede a Roma, è l'ente garante per l'Italia del sistema ATA.
 

 

Chi può richiederlo

 

Le richieste devono essere presentate alla Camera di Commercio nella cui provincia di competenza:

  • le impresa abbiano la sede o un’unità locale (regolarmente iscritta al Registro Imprese della Camera di commercio del Verbano Cusio Ossola ),
  • i privati abbiano la propria residenza anagrafica nella provincia del Verbano Cusio Ossola,
  • i professionisti esercitino abitualmente la propria professione nella provincia del Verbano Cusio Ossola. 

 

Il Carnet ATA è utilizzabile solo dal titolare o da un suo rappresentante, il cui nominativo dovrà risultare nell’apposito spazio della copertina o da delega scritta del titolare.

Ad ogni passaggio doganale, l’utilizzatore deve esibire il Carnet per la relativa vidimazione.

La Dogana timbra la souche corrispondente e stacca il volet di propria pertinenza.

 

 

Dove richiederlo

  • esclusivamente presso gi sportelli di Baveno. 

 

Dal Primo Gennaio 2015 il Carnet sarà di due format:

 

Carnet ATA BASE utilizzabile solo per due viaggi che si compone di:

  • una copertina, sul cui frontespizio sono elencati i paesi aderenti alla convenzione ATA;
  • tre fogli "souches";
  • due volets di esportazione;
  • due volets di reimportazione;
  • due volets di importazione nei paesi convenzionati;
  • due volets di riesportazione dai paesi convenzionati;
  • quattro volets di transito.

Il nuovo format base non consente in nessun caso l’integrazione di fogli interni ulteriori e si estingue una volta esaurite le operazioni ammesse con la dotazione prevista, indipendentemente dalla data di scadenza.

 

Carnet ATA STANDARD utilizzabile per quattro viaggi, con possibile estensione secondo le esigenze, che si compone di:

  • una copertina, sul cui frontespizio sono elencati i paesi aderenti alla convenzione ATA;
  • tre fogli "souches";
  • quattro volets di esportazione;
  • quattro volets di reimportazione;
  • quattro volets di importazione nei paesi convenzionati;
  • quattro volets di riesportazione dai paesi convenzionati;
  • otto volets di transito.

 

 

Per ottenere il Carnet occorre

* Presentare la domanda utilizzando l’apposito modello di domanda di CARNET A.T.A. (in triplice copia, bianca, gialla e azzurra), che può essere scaricato direttamente dal sito o richiesto presso il Servizio Regolazione del Mercato - Commercio estero - della CCIAA del Verbano - Cusio - Ossola  e riportante sul retro dei tre fogli della Domanda del Carnet ATA la stampa dell'elenco dettagliato delle merci da esportare temporaneamente;

Allegare l’elenco dettagliato delle merci da esportare temporaneamente compilando il file   lista delle merci  in formato excell ( appositamente

predisposto ) con l'indicazione dei relativi valori delle stesse;

* Tre copie della lista merci stampata su carta intestata dell'impresa, timbrata e firmata dal titolare o legale rappresentante dell'impresa;

* Tre copie del listino prezzi stampato su carta intestata dell'impresa, timbrato e firmato dal titolare o legale rappresentante dell'impresa;

* Fotocopia di un documento d'identità in corso di validità del titolare o legale rappresentante dell'impresa;

* il titolo di garanzia necessario:

  1. per il Carnet in automatico: ricevuta di versamento sul c/c postale della compagnia assicurativa
  2. per il Carnet con rilascio di polizza assicurativa: polizza di cauzionamento per Carnet A.T.A. rilasciata dall’Agenzia assicurativa per merci varie o merci orafe



Modalità di calcolo e pagamento del titolo di garanzia necessario per l'ottenimento del Carnet ATA: 
 

Ricevuta di pagamento di una polizza di cauzionamento per carnet ATA rilasciata dalle Assicurazioni Generali Italia S.P.A.  - premio minimo per tutte le categorie di merci € 56,25 per un valore di Carnet ATA non superiore a € 10.000,00. Il rilascio della polizza può avvenire in via automatica effettuando un versamento su c/c postale n. 89800353 intestato alle Assicurazioni Generali Italia S.P.A. - Piazza San Vittore - Intra - Verbania (VB) - C.a.p. 28921, causale del versamento: "Accordo Unioncamere Assitalia- Cauzionamento Carnet Ata"



Per merci di valore compreso fra € 10.000,00 e € 75.000.00 contattare il Regolazione del Mercato per sapere l'importo da pagare, che sarà:


per merci varie- pari allo 0,5625 % (incluse imposte) sul valore totale delle merci esportate ( ammontare minimo del premio di € 56,25 per merci di valore inferiore a € 10.000,00 )

per merci orafe- pari allo 0,2812 % (incluse imposte) sul 50% del valore delle merci esportate ( con un premio minimo di € 56,25 per merci di valore inferiore a € 10.000,00)
 
Per le merci orafe oppure quando il valore dichiarato supera € 75.000,00 occorre stipulare anche una fidejussione assicurativa. In questo caso va contattata direttamente l'agenzia di Assicurazioni Generali Italia S.P.A. per conoscere le modalità della stipula della polizza. 
 

 

Validità


Il Carnet A.T.A. ha validità massima di 12 mesi e va restituito alla Camera di Commercio emittente al termine del suo utilizzo (e comunque entro 8 giorni successivi alla data di scadenza, corredato di tutte le souches relative sia ai fogli utilizzati che a quelli non utilizzati.
 

 

Tempi per il rilascio
 

Il rilascio avviene in una settimana dalla presentazione allo sportello di tutta la documentazione.
 

 

Costi Carnet ATA
 

Il costo del carnet ATA è pagabile  in contanti direttamente allo sportello camerale al ritiro del documento, si differenzia a seconda della tipologia di Carnet ATA richiesto:

 

  • Carnet ATA BASE ( utilizzabile solo per due viaggi )

€ 50,00+22 % Iva: totale € 61,00 ( Iva compresa )
 

  • Carnet ATA STANDARD ( utilizzabile per quattro viaggi con possibile estensione, secondo l'esigenze del richiedente )

€ 76,00+22 % Iva: totale € 92,72 ( Iva compresa )
Eventuali fogli aggiuntivi o supplementari : € 1,22 cadauno ( Iva compresa )

 

  • Carnet CPD CHINA/TAIWAN

€ 50,00+22 % Iva: totale € 61,00 ( Iva compresa )
Eventuali fogli aggiuntivi o supplementari : € 1,22 cadauno  ( Iva compresa )sti Carnet ATARichiesta di un carnet sostitutivo

 

 

Richiesta di un Carnet ATA sostitutivo


Quando il carnet sta per scadere e la merce oggetto del documento non può essere riesportata dal Paese estero entro i termini previsti l´operatore deve verificare che la Dogana locale accetti un Carnet sostitutivo.

In caso affermativo, prima della scadenza del vecchio carnet, può richiedere con l´apposito modulo un Carnet che sostituisca quello in scadenza; esso avrà la validità di un anno dalla nuova emissione.

L´operatore otterrà il Carnet sostitutivo presentando la stessa documentazione e pagando le stesse somme richieste per il rilascio di un Carnet nuovo (compresa la polizza assicurativa).

Si precisa che i due Carnets (il carnet in scadenza ed il carnet sostitutivo) dovranno essere presentati per i visti, rigorosamente prima della scadenza del primo carnet, sia alla dogana comunitaria di uscita, che a quella straniera che aveva effettuato l´operazione di importazione. Dopo l´apposizione dei visti, il carnet "sostituito" dovrà essere restituito alla Camera di commercio, mentre il nuovo Carnet sostituitivo seguirà la merce fino al rientro definitivo nella Comunita´ Europea.

Nel caso in cui la dogana locale non accetti il Carnet sostitutivo, la merce dovrà essere assolutamente riesportata entro i termini concessi. In caso contrario diventa inevitabile il pagamento dei diritti doganali.

 

 

Smarrimento di un Carnet ATA

In caso di smarrimento di un Carnet ATA, il titolare dovrà presentare alla Camera di commercio di Torino la relativa denuncia di smarrimento, vistata dall´Autorità di Pubblica Sicurezza.

Se la merce oggetto del Carnet ATA è all´estero oppure se non è ancora stata effettuata l´operazione di reimportazione nell´Unione Europea, il titolare richiederà il duplicato del Carnet ATA.

Per richiedere il duplicato va presentata:

  • richiesta di duplicato su carta intestata dell'impresa, firmata dal legale rappresentante

 

  • denuncia di smarrimento vistata dall´Autorità di Pubblica Sicurezza.

 

Si precisa che in caso di smarrimento del Carnet ATA dopo la presa in carico da parte della dogana comunitaria, prima di procedere con l´importazione temporanea all´estero, il titolare dovrà far vistare la nuova copertina dalla dogana che aveva effettuato l´operazione di esportazione.

Il titolare del Carnet ATA è responsabile delle conseguenze che potrebbero derivare dall´utilizzo, da parte di terzi, del carnet smarrito o sottratto.

 

 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO:

 

Convenzione internazionale ATA Bruxelles adottata il 6 Dicembre 1961 dal Consiglio di Cooperazione Doganale e ratificata dall'Italia con D.P.R. del 18 Marzo 1963, n. 2070.

 

Per approfondire: scarica il file in pdf con le informazioni generali CARNET A.T.A.





Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina



Ufficio di riferimento

Per informazioni rivolgersi a:

Regolazione del mercato

Riferimento  
Indirizzo Strada Statale del Sempione, n.4 - 28831 Baveno (VB)
Telefono 0323/912.827-838
Fax 0323/922054
E-mail regolazione.mercato@vb.camcom.it
Orari Da lunedý a venerdý dalle 10.00 alle 12.30

[ inizio pagina ]