Versione solo testo - Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura del Verbano Cusio Ossola, 16 settembre 2014
Torna alla versione grafica - home

Diritto annuale 2014



Verbania , 16 settembre 2014
Ultimo aggiornamento: 01.04.2014



Chi siamo



2014

DIRITTO ANNUALE 2014

Contenuto pagina

 

Lettere fraudolente per il pagamento del diritto annuale: scarica la comunicazione MISE.

 

E' in fase di avvio il servizio di mailing per l'anno 2014 che prevede l'invio di informative alle sedi di impresa già iscritte o annotate nel registro delle imprese e ai soggetti già iscritti al Rea al 31 dicembre 2013 con le istruzioni, modalità e termini di pagamento del diritto annuale; anche quest'anno l'informativa verrà inviata all'indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) dell'impresa; in caso di mancato recapito via PEC, l'informativa verrà inviata in forma cartacea.

L'informativa alle imprese con unità locali conterrà indicazioni sul numero delle stesse e le camere di commercio a beneficio delle quali effettuare il versamento. Sarà inoltre data evidenza, se presente, della maggiorazione di importo richiesta dalla camera beneficiaria. Queste informazioni sono contenute nella scheda impresa.

L'informativa inviata annualmente nella sede dell'impresa è personalizzata in base alla sezione di iscrizione nel registro delle imprese e contiene pure la segnalazione di irregolarità nel pagamento del diritto annuale degli anni precedenti al 2014 non ancora a ruolo; pertanto si consiglia all'impresa di leggere attentamente la comunicazione e allo studio commerciale di richiedere alla impresa contribuente la propria copia della lettera.

la segnalazione di irregolarità nel pagamento del diritto annuale è generica, come di seguito riportata: AVVISO: L'IMPRESA NON RISULTA IN REGOLA CON I PAGAMENTI DEGLI ANNI PRECEDENTI; per informazioni dettagliate occorrerà contattare l'ufficio diritto annuale della camera di commercio. Quanto scritto di seguito riassume il contenuto delle comunicazioni annuali alle imprese.


Tutte le imprese iscritte o annotate nel Registro delle imprese o nel Rea devono versare in unica soluzione il diritto annuale alla camera di commercio entro il termine previsto per il primo acconto delle imposte sui redditi utilizzando il modello di pagamento F24 telematico.

Imprese della sezione speciale 

La base di partenza per il calcolo del diritto annuale della sede dell’impresa sono gli importi ministeriali della tabella seguente: 
 

Ragione sociale Importo sede
imprese individuali € 88,00
società semplici agricole (*) € 100,00
società semplici non agricole (*) € 200,00
società tra avvocati di cui all’art. 16 comma 2 del D. Lgs. 2 febbraio 2001, n. 96 (*) € 200,00
unità locali e sedi secondarie di imprese con sede principale all’estero € 110,00
soggetti iscritti al REA (**) e  persone fisiche, già iscritte nel soppresso Ruolo/Elenco alla data del 12/05/2012, che non svolgono attività presso alcuna impresa (agenti e rappresentanti di commercio e agenti di affari in mediazione) (***)

€ 30,00

(*) per queste imprese sono variati gli importi e le modalità di calcolo del diritto annuale: in via transitoria pagano, anche per il 2014, un importo del diritto annuale fisso in luogo di un importo variabile in base al fatturato (normativa: art. 18 Legge 29.12.1993 n. 580, Decreto MSE 15.02.2010 n. 23 e Circolare MSE 0201046 del 30.12.2010).

(**) i soggetti only REA che in precedenza non pagavano il diritto annuale, pagano dal 2011 un importo fisso per la sola sede, con l'esclusione delle unità locali; la normativa di riferimento è la medesima della nota (*).

(***) per gli agenti e rappresentanti di commercio e agenti di affari in mediazione, per l'individuazione della camera di commercio competente, il riferimento è la provincia di residenza dell'agente.

 

Individuato l’importo dovuto per la sede, si calcola il dovuto per le eventuali unità locali in provincia di Verbania: ogni unità locale paga il 20% di quanto dovuto per la sede, con l'esclusione dei soggetti only REA che pagano solamente il diritto annuale della sede.
Si sommano infine la sede e le unità locali in provincia e SUL TOTALE COSI’ OTTENUTO SI APPLICA LA MAGGIORAZIONE DEL 10% deliberata dal consiglio camerale; infine si riporta il calcolo a 2 cifre decimali e si arrotonda all’euro (per le modalità di calcolo e arrotondamento vedi nota 1).


Imprese della sezione ordinaria

Imprese che pagano un importo fisso Importo sede
imprese individuali iscritte nella sezione ordinaria del registro delle
imprese
€ 200,00


Per tutte le altre imprese della sezione ordinaria la base di partenza per il calcolo del diritto annuale della sede dell’impresa è € 200 a seguito dell’iscrizione o, se già iscritta, in caso di fatturato realizzato nell’anno precedente inferiore o pari a € 100.000.
Per fatturati superiori vanno applicati in successione gli scaglioni di fatturato sotto riportati (per l’individuazione del fatturato, le modalità di calcolo e arrotondamento vedi note 1 e 2):

Fatturato da € a € Aliquota
0 100.000 € 200,00 (misura minima)
oltre 100.000 250.000 0,015%
oltre 250.000 500.000 0,013%
oltre 500.000 1.000.000 0,010%
oltre 1.000.000 10.000.000 0,009%
oltre 10.000.000 35.000.000 0,005%
oltre 35.000.000 50.000.000 0,003%
oltre 50.000.000 - 0,001% (fino ad un massimo di € 40.000)


Calcolato l’importo dovuto per la sede (il calcolo va fatto con 5 cifre decimali), si calcola il dovuto per le eventuali unità locali in provincia di Verbania: ogni unità locale paga il 20% di quanto dovuto per la sede fino ad un importo massimo (esclusa la maggiorazione) di € 200 per unità locale.
Si sommano infine la sede e le unità locali in provincia e SUL TOTALE COSI’ OTTENUTO SI APPLICA LA MAGGIORAZIONE DEL 20% deliberata dal consiglio camerale; infine si riporta il calcolo a 2 cifre decimali e si arrotonda all’euro. 

Nota bene:

  • Le unità locali di nuova iscrizione pagano il 20% della misura fissa, cioè € 40; anche questo importo va poi maggiorato del 20% per le unità locali in provincia di Verbania
  • Il limite massimo dovuto per ciascuna unità locale di € 200 va anch’esso maggiorato del 20% per le unità locali in provincia di Verbania.
  • Il limite massimo del diritto annuale di € 40.000 va anch’esso maggiorato del 20%. 


Pagamento del diritto annuale

Il diritto annuale della sede e delle unità locali in provincia di Verbania va quindi pagato indicando un unico importo, poiché per queste non varia il codice ente. Le unità locali in province diverse comportano un versamento separato poiché varia il codice ente (il diritto annuale dell’unità locale deve essere pagato alla Camera di commercio della provincia nel cui territorio essa si trova; unità locali in provincie diverse potrebbero pagare importi diversi del diritto annuale).
L’impresa e le sue unità locali è identificata dal codice fiscale (non la partita IVA) che va riportato correttamente in sede di inserimento dei dati nel modello F24 telematico; la sezione da compilare per il pagamento è quella dell'IMU e altri tributi locali.

campo dati da indicare per il pagamento
codice ente / codice comune VB (sigla provincia)
codice tributo 3850
anno di riferimento 2014
importi a debito versati l'importo del diritto annuale da pagare

 
Il termine di pagamento
è quello previsto per il primo acconto delle imposte sui redditi. 
 

  • In caso di pagamento effettuato entro i 30 giorni successivi, l’importo deve essere aumentato dello 0,40% e versato indicando un unico importo nel modello F24 telematico. L’importo complessivo comprendente anche lo 0,40% va versato senza arrotondare all’unità di euro.
  • Il pagamento effettuato dopo i 30 giorni successivi la scadenza e non sanato col ravvedimento operoso comporta l’irrogazione di una sanzione come previsto dal regolamento allegato alla determinazione del Segretario Generale n. 146 del 20/10/2005 e pubblicato sul sito www.vb.camcom.it (Criteri di determinazione delle sanzioni amministrative tributarie, applicabili nei casi di violazioni relative al diritto annuale dovuto alla Camera di commercio).


IMPRESE ASSOGGETTATE ALL’ IRPEG:
 

  • I soggetti che approvano il bilancio nell'ordinario termine civilistico dei quattro mesi di cui all'art. 2364 C.C. versano il diritto annuale entro il giorno 16 del sesto mese successivo alla chiusura del periodo di imposta.
  • I soggetti che fruiscono della proroga nel termine massimo dei sei mesi dalla chiusura dell'esercizio versano il diritto annuale entro il giorno 16 del mese successivo a quello di approvazione del bilancio

 

Vi consigliamo di concordare il pagamento del diritto annuale col vostro commercialista per evitare il doppio versamento.


Per informazioni consultare:

Il sito web della Camera di commercio del V.C.O. www.vb.camcom.it
Il sito web delle Camere di commercio www.infoimprese.it
L’UFFICIO DIRITTO ANNUALE
presso la Sede della Camera di commercio del V.C.O.
Str.Stat. del Sempione, 4 – 28831 Baveno VB
tel. 0323-912811, fax 0323-922054
e-mail: ragioneria@vb.camcom.it
NUOVO orario di apertura al pubblico dell’ufficio:
da lunedì a venerdì dalle ore 10,00 alle ore 12,30


Note:

(1) Circolare Ministero dello Sviluppo Economico 19230 del 3/3/2009, Individuazione dei righi del modello IRAP 2009, modalità di calcolo e metodo di arrotondamento ai fini del versamento del diritto annuale 2009.
(2) La base imponibile per la determinazione dell’ammontare del fatturato dei contribuenti iscritti nella sezione ordinaria del registro delle imprese si ricava dai modelli IRAP; vedi: Circolare Ministero dello Sviluppo Economico 19230 del 3/3/2009, Individuazione dei righi del modello IRAP 2009, modalità di calcolo e metodo di arrotondamento ai fini del versamento del diritto annuale 2009.

 




Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina



Non ´┐Ż presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]