Versione solo testo - Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura del Verbano Cusio Ossola, 20 dicembre 2014
Torna alla versione grafica - home

Manifestazioni a premio



Verbania , 20 dicembre 2014
Ultimo aggiornamento: 14.05.2010



Servizi



MANIFESTAZIONI A PREMIO

Le norme in materia di concorsi e operazioni a premio prevedono la partecipazione del Responsabile della tutela del consumatore e della fede pubblica della Camera di commercio durante la fase di assegnazione dei premi.


Contenuto pagina


La disciplina relativa alle manifestazioni a premio (concorsi, operazioni e manifestazioni di sorte locali) Ŕ stata riformata dal Regolamento approvato con il D.P.R. 26 ottobre 2001, n. 430, che riforma radicalmente la disciplina precedente.

Caratteristica comune dei concorsi e delle operazioni a premio Ŕ quella di consistere in promesse al pubblico dirette a favorire la conoscenza di prodotti, servizi, ditte, insegne o marchi o la vendita di determinati prodotti o la prestazione di servizi, aventi, comunque, fini anche in parte commerciali. 

I concorsi a premio (articolo 2 del Regolamento) sono manifestazioni pubblicitarie nelle quali il premio viene attribuito ad uno o pi¨ partecipanti o a terzi, anche senza richiedere ad essi la condizione di acquisto o vendita di prodotti o servizi.
Caratteristica essenziale Ŕ che l'attribuzione dei premi deve dipendere:
1) dalla sorte: l'individuazione dei vincitori pu˛ avvenire mediante estrazione appositamente organizzata oppure pu˛ farsi riferimento ad altra estrazione (es. il lotto) o modalitÓ di assegnazione (es. abbinamento ad un risultato sportivo);
2) da un congegno con caratteristiche tali da far determinare l'individuazione dei vincitori soltanto all'alea;
3) dall'abilitÓ o dalla capacitÓ dei concorrenti chiamati a formulare pronostici, a rispondere a quesiti o ad eseguire determinati lavori;
4) dall'abilitÓ o dalla capacitÓ dei concorrenti di adempiere per primi a predeterminate condizioni.

Le operazioni a premio (articolo 3 del Regolamento) sono manifestazioni pubblicitarie nelle quali viene conferito:
a) un premio a tutti coloro che acquistano o vendono un determinato prodotto o servizio. Si tratta della classica operazione a premio per la quale viene conseguito un premio al solo verificarsi dell'acquisto o della vendita del prodotto o del servizio promozionato;
b) un premio a tutti coloro che acquistano o vendono un determinato quantitativo di prodotti o servizi e ne offrono la documentazione raccogliendo e consegnando un certo numero di prove d'acquisto (bollini, etichette, figurine, punti, ecc.), anche su supporto magnetico;
c) un diverso prodotto o servizio a prezzo scontato a tutti coloro che, dietro presentazione di un determinato numero di prove d'acquisto e mediante un contributo di spesa, acquistano uno o pi¨ prodotti o servizi oggetto della promozione. 

A distinguere i concorsi dalle operazioni a premio Ŕ dunque l'alea, l'abilitÓ, la capacitÓ personale od altra eventualitÓ (nei concorsi a premio); l'obbligatorietÓ dell'acquisto e/o della vendita del prodotto promozionato (nelle operazioni a premio).

In sintesi, la nuova normativa: 
- abolisce il sistema autorizzatorio e introduce (solo per i concorsi) l'obbligo della comunicazione: il soggetto economico interessato a promuovere la propria attivitÓ o immagine commerciale viene posto in condizione di operare con maggiore tempestivitÓ attraverso la semplificazione di procedure e adempimenti e non Ŕ pi¨ vincolato ai tempi di adozione di un provvedimento formale da parte della Pubblica Amministrazione;
- attribuisce, ex novo, poteri di vigilanza e controllo al Ministero dello sviluppo economico;
- individua il notaio o il funzionario responsabile della tutela del consumatore e della fede pubblica della Camera di Commercio, o suo delegato, quale garante della regolaritÓ della procedura dell'assegnazione dei premi;
- estende anche alle imprese non residenti in Italia la possibilitÓ di svolgere le manifestazioni a premio per il tramite di rappresentanti fiscali e consente alle imprese promotrici residenti in Italia di delegare tutti gli adempimenti ad agenzie di promozione o a soggetti con specifiche competenze nella materia;
- offre la possibilitÓ, prima esclusa, a pi¨ imprese in associazione tra loro di promuovere operazioni a premio che prevedono la raccolta di prove d'acquisto da parte di consumatori;
- amplia la durata delle operazioni a premio portandola da uno a cinque anni;
- consente, difformemente dalla normativa previgente, che anche i beni immobili possano formare oggetto di premio;
- dispone la devoluzione alle Onlus (non pi¨ agli organi di protezione sociale dei Comuni) dei premi non richiesti o non assegnati.





Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina



Ufficio di riferimento

Per informazioni rivolgersi a:

Regolazione del mercato

Riferimento Umberto DonÓ
Indirizzo Strada statale del Sempione, n. 4 - 28831 Baveno (VB)
Telefono 0323/912.842
Fax 0323/922.054
E-mail regolazione.mercato@vb.camcom.it
Orari Da lunedý a venerdý dalle 10.00 alle 12.30

[ inizio pagina ]