Versione solo testo - Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura del Verbano Cusio Ossola, 1 settembre 2014
Torna alla versione grafica - home

Protesti



Verbania , 1 settembre 2014
Ultimo aggiornamento: 27.06.2013



Servizi



cambiale

PROTESTI

Concluso il progetto riorganizzativo destinato ad individuare nelle Camere il polo di riferimento provinciale in una materia delicata e con interessi fortemente contrastanti, quale quella dei protesti.


Contenuto pagina

 

Con le ultime normative in materia di protesti (L. 235/2000; D.M. 316/2000) è stata data piena attuazione ad un processo riorganizzativo volto ad individuare le Camere di commercio come organo istituzionale di riferimento a livello provinciale in materia di protesti.

REGISTRO INFORMATICO DEI PROTESTI

PUBBLICAZIONE

La Camera di commercio provvede alla pubblicazione ufficiale degli elenchi dei protesti attraverso il registro informatico disciplinato dal D.M. 316/2000.
Tali elenchi vengono trasmessi al competente ufficio camerale dai pubblici ufficiali abilitati all´inizio di ogni mese; all´interno di tali elenchi saranno inseriti i protesti levati nel periodo ricompreso tra il giorno 27 di un mese ed il giorno 26 del mese successivo (es.: l´elenco formato il 1° di maggio conterrà i protesti levati dal 27 Marzo al 26 di Aprile).
L´unità organizzativa preposta alla tenuta del registro informatico dei protesti, individuata dalla Camera di commercio del Verbano Cusio Ossola nel Servizio Metrico Ispettivo Sanzionatorio, provvede alla pubblicazione degli elenchi mediante inserimento dei dati nel registro informatico dei protesti nei 10 giorni successivi alla ricezione.
La notizia di ciascun protesto è conservata nel registro informatico fino alla sua cancellazione, ovvero per 5 anni dalla data di registrazione.
Il registro informatico è accessibile al pubblico ed è consultabile, su scala nazionale e provinciale, direttamente dai terminali della Camera di commercio: possono essere estratte a richiesta dell´interessato visure per il cui rilascio deve essere versato un diritto di segreteria pari a 2,00 euro.
Non essendo più prevista la possibilità di provvedere alla pubblicazione, come accadeva in precedenza, a mezzo stampa cartacea del bollettino ufficiale dei protesti con cadenza quindicinale, è stata di recente implementata una funzionalità del registro informatico dei protesti che consente l´estrazione mensile dei dati ricavati dagli elenchi formati dagli ufficiali levatori; a seguito di tali estrazioni vengono generati dei CD (relativi sia ad elenchi provinciali che nazionali mensili) per i quali è possibile sottoscrivere un abbonamento annuale (scarica il modulo) con decorrenza libera i cui costi sono riportati nella tabella sottostante.

TIPOLOGIA ELENCO

Elenco integrale provinciale - COSTO PER ABBONAMENTO ANNUALE:  Euro 340,00

Elenco integrale nazionale -  COSTO PER ABBONAMENTO ANNUALE: Euro 34.090,00


CANCELLAZIONE DAL REGISTRO INFORMATICO DEI PROTESTI

1. Cancellazione per ritardato pagamento
Il soggetto protestato che abbia provveduto, entro 12 mesi dalla data della levata del protesto, a pagare l´importo relativo al titolo unitamente alle spese del protesto nonché alle spese per il precetto e per la procedura esecutiva eventualmente promossa, può chiedere la cancellazione dal registro informatico dei protesti; l´attivabilità di tale procedura è limitata ai protesti per cambiali e tratte accettate, rimanendo quindi esclusa la cancellabilità di protesti per assegni.
Per ottenere tale cancellazione l´interessato deve presentare la relativa domanda in bollo, utilizzando l´apposito modello (scarica il file) corredato dalla seguente documentazione:

  • Titolo in originale con atto di protesto;
  • Quietanza attestante il pagamento di quanto dovuto (tale quietanza può essere apposta direttamente sul titolo);
  • Attestazione di versamento, da effettuarsi contestualmente alla presentazione dell´istanza presso l´ufficio, dei diritti di segreteria (8 € per protesto);
  • Marca da bollo da € 16.

L´istanza, rivolta al Segretario Generale della Camera di commercio, va firmata in originale e deve essere accompagnata dalla fotocopia del documento d´identità.

 

2. Cancellazione per illegittimità od erroneità
In caso di protesto illegittimo od erroneo, il soggetto che ha subito il protesto, dimostrando l´illegittimità o l´erroneità, potrà ottenere la cancellazione; uguale istanza potrà essere presentata dall´ufficiale levatore o dagli istituti di credito.
L´istanza, in bollo e firmata in originale, dovrà essere presentata utilizzando l´apposito modello (scarica il file) corredato dalla documentazione probatoria e previo versamento dei relativi diritti di segreteria.
Il Segretario Generale della Camera di commercio provvederà sulle istanze di cui sopra non oltre il termine di 20 giorni dalla data di presentazione; sulla base dell´accertamento della regolarità dell´adempimento o della sussistenza dell´illegittimità o erroneità del protesto, il Segretario Generale accoglie l´istanza, e conseguentemente dispone la cancellazione richiesta da effettuarsi a cura dell´ufficio preposto non oltre 5 giorni dalla pronuncia mediante la cancellazione definitiva dal registro dei dati relativi al protesto, che si considera come mai avvenuto.

3. Cancellazione a seguito di riabilitazione
Il soggetto protestato che abbia adempiuto alla propria obbligazione e non abbia subito altri protesti ha diritto di ottenere, trascorso un anno dalla levata del protesto, il provvedimento di riabilitazione.
Tale provvedimento viene accordato con decreto dal Presidente del Tribunale (fax simile d´istanza). Il soggetto che abbia ottenuto tale provvedimento, presentando formale istanza al Segretario Generale della Camera di commercio potrà ottenere la cancellazione definitiva dal registro informatico dei protesti.
L´istanza, in bollo e firmata in originale, dovrà essere presentata utilizzando l´apposito modello (scarica il file) corredato dal decreto di riabilitazione e previo versamento dei relativi diritti di segreteria.



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina



Ufficio di riferimento

Per informazioni rivolgersi a:

Regolazione del mercato

Riferimento Giuseppina Francioli
Indirizzo Strada statale del Sempione, n. 4 - 28831 Baveno (VB)
Telefono 0323/912.827- 912.806 - 912.842
Fax 0323/922054
E-mail regolazione.mercato@vb.camcom.it
Orari Da lunedý a venerdý dalle 10.00 alle 12.30

[ inizio pagina ]